13 aprile 1980: tris Juve, Roma ko

13 aprile 1980: tris Juve, Roma ko

I bianconeri grazie alle reti di Gentile, Scirea e Bettega sfatano il tabù Olimpico e tornano alla vittoria più di tre anni dopo l’ultima volta. Inutile per i giallorossi la rete del momentaneo 2-1 firmata Pruzzo

È il 13 aprile 1980 e la Roma di Liedholm ospita allo stadio Olimpico la Juve di Giovanni Trapattoni. I giallorossi sono reduci da due pesanti ko: 3-0 contro l’Ascoli e 3-1 al Comunale di Firenze contro la Fiorentina. La Vecchia Signora, invece, dopo la sconfitta a Cagliari, ha battuto l’Avellino in casa grazie alle reti di Tardelli e Bettega e insegue in classifica la capolista Inter, a sette punti di distanza.

Zoff e compagni sono chiamati a sfatare il tabù Olimpico che dura da oltre tre anni: l’ultimo successo bianconero in casa della Roma risale infatti al 12 gennaio 1976, quando una rete di Bettega regalò la vittoria alla squadra allora allenata da Carlo Parola. La Juve, tra l’altro, deve smaltire anche le fatiche di Highbury dove, quattro giorni prima, ha affrontato l’Arsenal (1-1) nella semifinale d’andata di Coppa delle CoppeGentileScirea e Bettega firmano il ritorno al successo dei bianconeri all’Olimpico mantenendo vive le speranza scudetto, complice anche il pareggio dell’Inter al Curi contro il Perugia (0-0). Per la Roma inutile il gol del momentaneo 2-1 di Pruzzo.

Esta entrada fue publicada en Sin clasificar y etiquetada . Guarda el enlace permanente.

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *