Da Emerson Palmieri a Telles: Juve, rivoluzione terzini

Da Emerson Palmieri a Telles: Juve, rivoluzione terzini

Se partisse Alex Sandro, occhio al brasiliano del Porto. E non solo…

TORINO – Torres, dunque, potrebbe completare (con Kulusevski) la piccola grande rivoluzione Juventus a tema esterni offensivi. Anche qualche metro più indietro, però, in linea di difesa, qualcosa bolle in pentola. E – in base ad un effetto a catena come al solito acceso da eventuali allettanti offerte per chi già c’è – non è da escludere che il direttore generale Fabio Paratici possa sfornare qualche colpo ad effetto.

Nelle strategie sinora prese in esame ci sono diversi piani d’azione: si va dai ritocchi alle svolte. Facendo nomi e cognomi, si va dagli Emerson Palmieri (che comunque, attenzione: piace eccome ed è nel mirino della dirigenza da anni) ad Alex Telles. Cambiano. Cambiano un po’ le caratteristiche, cambiano un po’ le valutazioni. A prescindere dai ritocchi al ribasso sui prezzi che la pandemia lascerà in dote, il famoso discorso della potenza di fuoco su cui parametrare mercato e operazioni: a fronte di determinate entrate possono relazionarsi determinate uscite.

Ma andiamo per ordine e partiamo da un dato di fatto: la Juventus deve riequilibrare il suo reparto terzini. A sinistra, di ruolo, c’è Alex Sandro. E basta. Al limite si possono adattare Mattia De Sciglio o Danilo, ma il loro habitat naturale è la corsia destra. Laddove da quest’anno ha iniziato ad agire magistralmente anche Cuadrado, fresco di rinnovo.

Esta entrada fue publicada en Sin clasificar y etiquetada . Guarda el enlace permanente.

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *