L’importanza di Chiellini per il futuro della Juventus

Giorgio Chiellini. Getty

Senza il suo capitano e leader, la capolista non ha più avuto la solidità difensiva che la contraddistingueva. Ora Giorgio dovrà ritrovare la condizione

“Un capitano, c’è solo un capitano”. È bastato un attimo, il tempo di vedere Giorgio Chiellini alzarsi dalla panchina ed è partito il coro di tutto lo Stadium. Un coro riservato soltanto ai grandi, come Del Piero, che poi si è trasformato in un boato quando il difensore è rientrato in campo, dopo quasi sei mesi, ricevendo la fascia da Bonucci. Il numero 3 riapparso al minuto 33 del secondo tempo sembra un messaggio del destino, prima tappa del suo definitivo recupero atteso con ansia da tutti, a cominciare da Sarri e Mancini.

Acquisto maglie calcio poco prezzo online,maglia juve 2020
personalizzate,per fornire il miglior servizio al prezzo più basso. Benvenuti a questo acquisto.

Publicado en Sin clasificar | Etiquetado , | Deja un comentario

La Roma recupera i pezzi: Diawara col gruppo, rientra a marzo

Amadou Diawara. LaPresse

Il regista della Guinea, fuori dalla partita di Coppa Italia con la Juve, presto tornerà in campo. Ma a fine stagione dovrà comunque operarsi al ginocchio sinistro

Mancini e Mkhitaryan con l’Atalanta, molto probabilmente Veretout e Cristante con il Gent. Con Diawara lì, alla finestra, con la speranza presto di tornare ad aiutare la squadra in un momento di grande difficoltà. Nel momento in cui la Roma sta per tornare all’antico in mezzo al campo, la bella notizia che arriva da Trigoria è proprio quella di Diawara.

LA SITUAZIONE—   Il regista della Guinea, infatti, questa mattina è tornato a lavorare con il gruppo, anche se solo in parte. Per Fonseca un sorriso in un mare di lacrime, con Diawara che nei giorni scorsi ha avuto una visita di controllo dal dottor Cerulli, che di persona ha constatato come la terapia conservativa a cui è stato sottoposto il giocatore (per la lesione del menisco esterno del ginocchio sinistro) stia dando effettivamente i suoi frutti. Diawara si era infortunato il 22 gennaio scorso, nella sfida di Coppa Italia di Torino, contro la Juventus. La prima ipotesi era stata l’operazione (a cui Diawara dovrà comunque sottoporsi a fine stagione), poi si è scelta la strada della terapia conservativa, con Diawara che ha iniziato a lavorare tantissimo in piscina. Ora il giocatore verrà monitorato di giorno in giorno, sperando di riaverlo il prima possibile. Difficile fare tabelle di marcia, ma marzo (se tutto andrà ovviamente bene) potrebbe essere il mese giusto per rivederlo in campo. Nel frattempo, però, si è fermato il turco Cetin per una botta presa ieri in allenamento.
Publicado en Sin clasificar | Etiquetado | Deja un comentario

Kondogbia: «Chi passa tra Valencia e Atalanta diventa la sorpresa»

Geoffrey Kondogbia, 27 anni. Epa

L’ex interista è un leader della squadra spagnola: “Noi siamo più esperti, ma dobbiamo fare bene a San Siro. Favorito? 50 e 50…”

Bei ricordi. Nonostante tutto. Geoffrey Kondogbia torna a San Siro dove ha vissuto due anni a corrente alternata, tra il 2015 e il 2017. E ritrova l’Atalanta di Gasperini contro la quale ha ottenuto la maggior goleada della sua vita, un 7-1 con triplette di Icardi e Banega, nel marzo 2017.

Publicado en Sin clasificar | Etiquetado | Deja un comentario

I (tanti) milioni spesi, i flop, Ronaldo e il Triplete: 25 anni fa iniziava l’era Moratti

Moratti con Ronaldo e con la Champions vinta nel 2010.

Il 18 febbraio 1995, alla vigilia della gara col Brescia, Massimo Moratti acquista il club da Ernesto Pellegrini per 55 miliardi di lire. Quel giorno inizia l’epopea del presidente-tifoso

Il 18 febbraio del 1995, venticinque anni fa, era un sabato. L’Inter di Ottavio Bianchi e Dennis Bergkamp avrebbe giocato il giorno dopo contro il Brescia, ma le attenzioni dell’universo nerazzurro in quella vigilia della ventesima giornata di campionato sono tutte sul cambio di proprietà: Ernesto Pellegrini presidente uscente e Massimo Moratti, nuovo proprietario, dopo quattro mesi di trattative, quella mattina firmano il contratto che riporta l’Inter nella famiglia di Angelo, l’imprenditore milanese del petrolio che l’aveva resa famosa negli anni Sessanta, conquistando due Coppe dei Campioni, due Coppe Intercontinentali e gli scudetti 1963-65-66.

Publicado en Sin clasificar | Etiquetado | Deja un comentario

Milan-Torino: Ibra da 6 per quel gol mangiato. Belotti fa peggio: 5,5

Zlatan Ibrahimovic cerca di dribblare Salvatore Sirigu in uscita. Ansa

Calabria il peggiore dei rossoneri, Gabbia-Romagnoli: che muro

Successo fondamentale per il morale e la classifica. Meglio il primo tempo sul piano del gioco, più occasioni nella ripresa.

Un paio di uscite in quel finale arrembante dei granata e una sola vera parata su colpo di testa di Belotti quasi dal limite dell’area: niente di che…

Publicado en Sin clasificar | Etiquetado | Deja un comentario

Candreva e Young padroni in fascia: un segnale positivo nella notte più dura

L'esultanza di Young dopo il gol alla Lazio. Lapresse

Contro la Lazio gli esterni sono piaciuti:con Biraghi e Moses, reparto al completo

La serata dell’Olimpico ha lasciato diversi punti interrogativi in casa Inter, ma ha anche consegnato ad Antonio Conte nuove certezze. Anche nelle partite più complicate, il lavoro degli esterni si è confermato all’altezza della situazione e le due catene hanno funzionato molto bene, sincronizzate nei movimenti, costanti nel loro martellamento al fortino avversario. E il gol ha visto protagonisti i due esterni: Antonio Candreva ha costretto Strakosha alla respinta maldestra con un missile da fuori area. E sulla ribattuta Ashley Young è stato il più lesto a fiondarsi sul pallone: volée di destro schiacciata a terra e palla in rete.

Acquisto maglie calcio personalizzate online,maglia lazio 2020
personalizzate,per fornire il miglior servizio al prezzo più basso. Benvenuti a questo acquisto.

Publicado en Sin clasificar | Etiquetado , | Deja un comentario

Chiellini, il recupero è una corsa a tappe: lanciata la volata, punta l’Inter

Giorgio Chiellini, 35 anni. Getty Images

Il capitano ha chiesto di giocare domani o giovedì in amichevole. Torna dal 1’ con Conte? A marzo atteso anche Khedira

Giorgio Chiellini domenica è tornato in campo, prima di quanto lui stesso osasse sperare. Il capitano della Juventus ha giocato 15 minuti con il Brescia e Sarri ha dato appuntamento a tutti per metà settimana, come da richiesta di «Giorgione»: «Vedremo se riusciremo a fargli fare una partita con l’Under 23 o l’Under 19». Il giorno designato potrebbe essere domani, con giovedì come alternativa, data meno problematica ma forse un po’ troppo vicina a sabato, quando Chiellini sarà l’unico centrale in panchina in Spal-Juventus. Rugani-De Ligt sarà la coppia titolare di Ferrara – Bonucci è squalificato -, con il numero 3 come unica alternativa in mezzo alla difesa. La corsa a tappe verso un rientro da titolare, invece, è meno semplice di quanto si possa pensare.

LIONE E INTER—   Rivedere «Chiello» contro il Lione è improbabile ma non impossibile. Più logico immaginarlo in fila a centrocampo contro l’Inter, anche se tutto andrà considerato nei prossimi giorni: lui ovviamente ci spera. E Khedira? Il centrocampista tedesco è un po’ in ritardo rispetto al capitano: dovrebbe tornare a inizio marzo, tra Milan, Bologna e Lecce.
Publicado en Sin clasificar | Etiquetado | Deja un comentario

Riecco il ciclone Gervinho: e a Parma esplode di nuovo l’amore

Gervinho dopo il gol al Sassuolo. Ansa

Le scuse, il gol vincente col Sassuolo, l’ambiente che lo riabbraccia: ecco ritrovato l’uomo del sogno-Europa

Le storie, tutte le storie, siano esse d’amore e semplicemente di vita, fanno strani giri, a volte tortuosi e incomprensibili, e poi ritornano al punto di partenza, perché questo è il viaggio del destino. Si parte da un luogo e, dopo mille (o zero) avventure, lì ci si ritrova: diversi, in certi casi migliorati, di sicuro più ricchi d’esperienza. A Gervinho è capitato così.

Publicado en Sin clasificar | Etiquetado | Deja un comentario

Oggi sarebbero 80… Fabrizio De André e la meravigliosa canzone d’amore per il Genoa

Fabrizio De André in concerto e una bandiera che lo omaggia che campeggia al Ferraris.

Amore sacro, quindi, e non profano, quello che il cantautore, che oggi avrebbe compiuto 80 anni, nutriva per il Grifone. Un legame nato nel 1947, quando allo stadio vide la squadra perdere contro il Grande Torino: «Mi piace il Genoa perché ha i colori come le tute degli operai del comune»

«Al Genoa scriverei una canzone, ma non posso perché sono troppo coinvolto». Amore sacro, quindi, e non profano, quello che nutriva per il Grifone. Parole e musica di Fabrizio De André che oggi, se il cancro non ce lo avesse portato via troppo presto, avrebbe compiuto 80 anni. Poeta e ribelle, sognatore e fuggitivo e tifosissimo rossoblù.

Publicado en Sin clasificar | Etiquetado | Deja un comentario

Juve, Lazio, Inter: chi trionferà? I 4 fattori che decideranno la corsa scudetto

Maurizio Sarri. Afp

Sarri aspetta i nemici allo Stadium e ha la rosa più ricca. Inzaghi punta sul gioco e sulla “magia Leicester”. Conte ha nuove armi. Favoriti? I bianconeri

Lanciato lo sprint scudetto. Proviamo a leggerlo attraverso quattro fattori: calendario, rosa, margini di crescita, carica ambientale. La qualità della Juve, l’entusiasmo della Lazio, la carica di Conte alla sua Inter: cosa peserà di più? Somma dei fattori: il favorito è Sarri.

Publicado en Sin clasificar | Etiquetado | Deja un comentario